Tu sei qui

MUTAZIONE DEL GENE MDR1 IN ALCUNE RAZZE DI CANI.

23 Giugno 2019

In alcune razze di cani come i Collie, i loro incroci ed altre razze, alcuni farmaci e molecole non possono essere somministrati.

Le razze in cui è prevista la mutazione del gene MDR1 sono: Collie, Border Collie, Pastore australiano, Pastore delle Shetland, Bobtail, Cane da Pastore inglese, Pastore Svizzero Bianco, Pastore Tedesco, Whippet a pelo lungo, Silken Windhounds, Borzoi e incroci.

 

Il gene MDR1 serve per la produzione della P-glicoproteina che legandosi a determinate sostanze come i farmaci li elimina dalle cellule e in particolare modo dal sistema nervoso.

Se il gene muta come succede in alcune razze, la proteina trasportatrice non svolgerà più correttamente la sua funzione e un accumulo di queste sostanze nelle cellule del sistema nervoso centrale potrà determinare effetti neurotossici nelle razze predisposte.

 

L'unico modo per sapere se un cane di queste razze o un incrocio ha la mutazione del gene MDR1 è fare il test genetico.

Dal test possono emergere tre risultati:

Se il cane non è sensibile non svilupperà alcuna reazione tossica nei confronti dei farmaci.

Se il cane è portatore,(soggetto eterozigote per il gene mutato) sarà parzialmente sensibile ad alcuni farmaci e potrà trasmettere a metà dei suoi figli i problemi.

Se il cane è sensibile ( soggetto omozigote per il gene mutato) potrà avere gravi effetti neurotossici a questi farmaci e potrà trasmette questa problematica ai suoi figli.

 

I farmaci imputati che inducono problemi in un soggetto con mutazione del gene MDR1 sono:

Ivermectina (antiparassitario) che risulta neurotossica nei cani omozigoti e potenzialmente tossica negli eterozigoti.

Selamectina, milbemicina, moxidectina (antiparassitari) sicuri per cani affetti da mutazione del gene MDR1, se somministrati come profilassi per la filariosi, ma tossici a dosaggio elevato.

Si annoverano anche acepromazina, loperamide, butorfanolo, alcuni chemioterapici, digossina e doxiciclina.

Per morfina, buprenorfina, fentanil, gli studi non sono in grado di attribuire loro nessun effetto tossico in soggetti con mutazione.

Alcuni farmaci ad uso umano come il domperidone, etoposide, mitoxantrone, ondansetron e rifampicina vanno utilizzati con cautela in soggetti MDR1.

 

Una volta somministrato un farmaco a rischio in cani con  mutazione del gene MDR1, si potràverificare una sindrome neurodepressiva con i seguenti sintomi clinici: scialorrea, atassia, paresi, abbattimento, fino ai tremori, depressione respiratoria, coma e morte. I sintomi che manifesta un soggetto parzialmente sensibile saranno più lievi dei sintomi che manifesterà un cane totalmente sensibile.

Quindi è importante uno screening preventivo nel cucciolo di queste razze per capire se presenta o meno questa resistenza ai farmaci: ciò consente di adattare una prescrizione con un trattamento sicuro per la salute del cane.

 

indietro